Migliorare il PageRank del sito web: ecco come fare

Migliorare il PageRank del sito web: ecco come fare

Quando parliamo di PageRank, facciamo riferimento ad un algoritmo utilizzato da Google che attribuisce ad ogni pagina web un certo punteggio. Noto anche come PR, questo algoritmo dà un punteggio alle pagine (non ai siti) e si basa sostanzialmente sulla qualità, e sulla quantità, dei link in ingresso ad una certa pagina.

Il PageRank esiste perchè in questo modo Google può classificare l’importanza di una certa pagina, tenendo conto di una certa query, e decidere come impostare la sua presenza all’interno del moore di ricerca.

Il punteggio del PageRank va da 1 ad un massimo di 10 ed è un elemento importante (anche se non l’unico) sfruttato dal motore di ricerca per classificare una pagina come più o meno autorevole, e per decidere quindi direttamente del suo posizionamento nella SERP.

In sostanza Google tiene conto del PR per decidere in che ordine mettere i risultati all’interno della SERP. Quindi, il PageRank influisce direttamente su come una pagina si posiziona all’interno dei motori di ricerca e, per questo motivo, cercare di migliorare il PageRank è un obbiettivo SEO assolutamente fondamentale per chiunque si occupa di posizonamento del sito web.

Fondamentalmente, il PageRank si basa principalmente sul numero di link diretti verso la pagina e quindi sicuramente questa strategia è utile per migliorare il ranking, ma non è il solo modo di farlo (e in ogni caso, strategie di black seo non fanno altro che portare alla penalizzazione).

Sicuramente il PageRank è un elemento molto importante per il proprio sito, da conoscere e approfondire, ma non è l’unico elemento in assoluto che ha un gioco nel posizionamento del sito, né è il mezzo principale per avere risultati.

In ogni caso, migliorare il PageRank è comunque molto importante, perchè Google ne tiene conto quando deve decidere l’ordine per mezzo del quale mostrare i risultati all’interno della SERP: quindi vediamo in che modo è possibile farlo.

Come aumentare il PageRank coi link esterni

Per aumentare il PageRank la prima cosa da fare è cercare di ottenere dei backlinks. Ma non basta assolutamente acquisire tanti link esterni per migliorare il punteggio, anzi.

La prima cosa da fare è capire che secondo Google i link esterni, se di buona qualità e provenienti da pagine a loro volta con un buon PageRank, sono un segnale positivo: se il tuo sito viene citato da altri siti che hanno ottimo ranking, Google considera che il tuo sito sia a sua volta autorevole, apprezzato e di qualità. In poche parole, è questa la logica alla base del PageRank.

Per questo motivo, acquistare backlink  senza alcuna attenzione o pianificazione non porterà automaticamente ad un miglioramento della tua posizione nei motori di ricerca, ma anzi, potrebbe essere percepito da Google come un comportamento truffaldino e quindi potresti anche subire una pesante penalizzazione.

Ecco quindi qualche consiglio per scegliere bene come affidarsi ad una pagina, prima di ricevere il suo link.

  1. Controlla che la pagina abbia a sua volta un PageRank positivo. Non ricevere link da pagine con punteggio scarso: non è affatto una buona idea. Cerca di considerare il PageRank del sito nel complesso per avere un link di qualità. Ricevere dei link da pagine che hanno un PageRank elevato è assai meglio che ottenerne da quelle che hanno un PR basso.
  2. Opta solo per siti che trattano gli stessi temi che tratti tu: ci deve essere insomma attinenza tematica.
  3. Opta per pagine che abbiano pochi link, ma scelti bene e di qualità.
  4. Preoccupati di verificare se la pagina è bene indicizzata sui motori di ricerca, in modo da affidarti solo a pagine ben ottimizzate.

Oltre a questo, alcuni accorgimenti per cercare di migliorare il PageRank sono i seguenti:

  • gestire le pagine c.d. orfane
  • eliminare i backlink che danno errori (es. 404)
  • gestire la linking interna al sito web, come stiamo per vedere meglio nel paragrafo sottostante.

Il PageRank ed i link interni

Oltre ai link esterni al tuo sito web, che come abbiamo visto sono molto importanti, dovresti anche cercare di affidarti al meglio ai link interni al sito web.

Infatti anche all’interno del tuo stesso sito, le pagine possono darsi valore a vicenda, trasferendo il loro PageRank l’una all’altra (come abbiamo detto, il PageRank infatti è riferito alla pagina, non al sito web nel suo complesso). Ecco quindi che è molto importante anche creare una alberatura di link interni fra una pagina e l’altra del tuo sito web, per fare sì che aumenti il loro PageRank con beneficio complessivo per tutto il tuo sito. Tuttavia attenzione, non esagerate: se vengono inseriti troppi link verso la home (che in genere ha il PageRank più alto), il valore dei link stessi diminuisce. Quindi non inserire eccessivamente link.